Una posizione strategica sotto il sole del Ticino

Come testimoniano ancora oggi le sue fortificazioni medievali, patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, Bellinzona era e rimane un nodo cruciale nelle rotte verso il San Gottardo, il Lucomagno, la Novena e il San Bernardino.
Il complesso fortificato costituito dai celebri castelli di Castelgrande, Montebello e Sasso Corbaro formava una linea difensiva contro le incursioni dal nord. Oggi Bellinzona sfrutta questa sua posizione favorevole aprendo le porte all’economia e al turismo. Capitale e seconda città del Canton Ticino per grandezza, con i suoi 18 000 abitanti Bellinzona è una meta facilmente raggiungibile da nord: la nuova galleria di base del San Gottardo ha ridotto i tempi di percorrenza in treno di mezz’ora. Nel 2019 il risparmio di tempo salirà addirittura a 45 minuti.
Questo consentirà alla capitale dell’italianità in Svizzera di svilupparsi in un centro sempre più importante, cuore pulsante tra il nord e il sud. Al sole del Ticino, in una posizione da sempre strategica.

Stazione di Bellinzona

Dalla stazione FFS di Bellinzona partono treni per tutta la Svizzera, per l’Italia e altre destinazioni.

BUS 1 / BUS 2

Il Business Center è servito da queste due linee urbane. La fermata si trova direttamente davanti all’edificio.

Autostrada

Con l’autostrada, dagli svincoli di Bellinzona nord e Bellinzona sud, si raggiungono

Lugano

ca. 30 km

Chiasso

ca. 50 km

Zürich

ca. 170 km